ESSERE FIUME

Vieni a conoscere il progetto ESSERE FIUME

📆 Mercoledì 23 febbraio h 14:00

📍 Città dell’Altra Economia • Testaccio (Roma)

Progetto pilota di DRIS – Co-creating intercultural societies: a focus on racism and discrimination, finanziato dal programma Creative Europe, partner italiano Eccom – Idee per la Cultura e realizzato in collaborazione con Sovrintendenza Capitolina e il Servizio Patrimonio Culturale – Regione Emilia-Romagna Patrimonio Culturale ER.

𝐄𝐒𝐒𝐄𝐑𝐄 𝐅𝐈𝐔𝐌𝐄 è un progetto per costruire comunità attraverso la condivisione di esperienze sensibili attivate dal lavoro teatrale di nontantoprecisi e dall’artista Alice Padovani, in partenariato con Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali, Biblioteche di Roma, Refugees Welcome Italia, Temple University College of Education and Human Development e Passepartout.

Proprio come il Fiume in cui, nel divenire, fluire, fertilizzare, esondare, distruggere, penetrare, scambiare, incontrare, una miriade di affluenti concorrono a formare un corso d’acqua maggiore, il progetto mira a costruire una comunità inclusiva in costante divenire, proponendo soggettività e corpi che mutano, si intrecciano e costruiscono sempre nuove differenze e risonanze.
Attraverso 𝐚𝐳𝐢𝐨𝐧𝐢 𝐩𝐞𝐫𝐟𝐨𝐫𝐦𝐚𝐭𝐢𝐯𝐞 e 𝐭𝐫𝐚𝐜𝐜𝐞 lasciate a testimonianza della metamorfosi in svolgimento, l’intervento artistico renderà tangibile l’evoluzione della comunità:
• 𝐏𝐚𝐬𝐬𝐞𝐠𝐠𝐢𝐚𝐭𝐞 lungo il fiume. Attraverso un approccio multidisciplinare si costruiranno narrazioni molteplici, che daranno voce a ciò che si incontra e aprendosi a domande e suggestioni della comunità. Alice Padovani proporrà la raccolta di oggetti, materiali e immateriali, elementi naturali, resti, consentendo a tutti di trattenere momenti e oggetti fisici trovati lungo il percorso. Le diverse tracce daranno vita ad un’opera d’arte collettiva alla cui istallazione parteciperà la comunità tutta;
• 𝐖𝐨𝐫𝐤𝐬𝐡𝐨𝐩 𝐢𝐭𝐢𝐧𝐞𝐫𝐚𝐧𝐭𝐞 𝐝𝐢 𝐭𝐞𝐚𝐭𝐫𝐨, uno spazio di ricerca laboratoriale a cura di nontantoprecisi. I partecipanti saranno coinvolti in un percorso di sperimentazione corporea sulla relazione tra le persone e il patrimonio culturale della città. Regista e performers proporranno al gruppo indicazioni di lavoro alle quali rispondere creativamente: esercizi fisici sulla presenza dei corpi nello spazio; movimenti individuali e collettivi di articolazione degli elementi spazio, tempo e corpo; sperimentazione della voce come gesto verbale nei suoi elementi fisici e corporei; esplorazione di gruppo delle potenzialità della visione.

Follow me!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.